GR – JUNIORES 5^ A MINSK

 

Già negli ultimi Campionati Europei del 2013, la Federazione Ginnastica d’ Italia scelse la Ginnastica Fabriano per mettere in piedi la squadra junior che avrebbe poi rappresentato l’ Italia nella massima manifestazione di ritmica del vecchio continente.

La seconda avventura è targata nuovamente Fondazione Carifac Ginnastrica Fabriano, mette all’ opera la grande esperienza di Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi, per organizzare la squadra Junior per gli Europei 2015.

Le protagoniste di questa lunga cavalcata sono le indigene Daniela Mogurean, Milena Baldassarri, Lavinia Muccini con Agnese Duranti (da Spoleto), Anna Basta (da Bologna) e Anna Bajraktari (da Quartu S.Elena) che dalla primavera indossano la divisa della Nazionale Italiana e cominciano le trasferte in terra straniera per farsi le ossa in campo internazionale.

Eccole in pedana prima a Mosca poi Lisbona e poi alla World Cup di Pesaro, ma sono tutte gare dove non hanno potuto esprime il loro valore in quanto a turni hanno avuto 45 giorni di continui problemi fisici che le hanno costrette a non allenarsi insieme.

Ma poi arriva questo fine settimana il 31° Campionato d’ Europeo alla Minsk Arena in Bielorussia, si avvera il sogno iniziato otto mesi prima, il sogno di essere guardate da tutti gli appassionati di ritmica e di portare più in alto possibile il nome Italia.

Si inizia con il Concorso Generale che qualifica dopo due esercizi le prime otto che si giocheranno la finale.

Sono ben 26 le nazioni europee presenti; dopo la prima prova, esercizio con 5 Palle, sono settime ma dopo il secondo esercizio guadagnano una posizione qualificandosi per la finale come seste.

In finale prova unica e nei 150 secondi dell’ esercizio sulle note di ‘Cuore Matto’ di Little Tony, ritmato dal numeroso pubblico internazionale presente, riescono a fare una esibizione perfetta che le portano ad uno splendido quinto posto finale, dietro alle sole potenze dell’ Est Europa Bielorussia, Russia, Bulgaria ed Azerbaijan.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.